Traduttore

Se vuoi vedere le mie opere visita il mio sito :

I miei blogs personali :

ENTRA NEL MIO SITO WWW.ARTECARLA.IT
-------------------
Ciao e benvenuti.
Mi chiamo Carla COLOMBO, sono una pittrice e scrivo di poesia, ma, poichè amo tanto l'arte , oltre al mio sito ed ai miei blogs che qui sotto vedete, ho aperto questa Galleria virtuale per dare spazio all'arte di altri artisti. A tutto il marzo 2017 hanno esposto la loro arte su queste pagine virtuali 100 artisti con diverse espressioni artistiche: pittura, scultura, poesia, musica, fotografia ed altro
..e per ora mi fermo qui con un caloroso saluto a tutti quanti. Contattatemi come e quando volete: arla_colombo@libero.it

Buona arte a tutti!

DESIDERI una recensione alla tua arte timbrata e firmata?

DESIDERI una recensione alla tua arte  timbrata e firmata?
Se desideri una recensione personale sulla tua pittura-scultura contattami e ti informerò di tutto. carla_colombo@libero.it oppure cliccando sul link sul lato destro di richiesta informazione

MOSTRA PERSONALE ...DI SOLE E DI ME presso Centro Florovivaista LA GARDENIA, mbersago, dal 1 dicembre al 7 gennaio Per il quinto anno sarò ospite del centro vivaio LA GARDENIA di Imbersago che per il periodo natalizio arricchirà il proprio spazio di stelle di natale, ciclamini, composizioni ed addobbi vari. Le mie opere saranno inserite in questo splendido contesto e daranno all'insieme atmosfera accogliente e stupendamente accattivante.

mercoledì 31 dicembre 2014

L'occhio foto-artistico di Flavio Bortolussi


PERMETTETEMI PRIMA....

a u g u r i !!!! 

QUESTA MIA GALLERIA VIRTUALE COMPIE 5 ANNI....



NASCE IL MESE DI GENNAIO DEL 2010 
SOTTO IL SEGNO DEL SAGITTARIO.
AUGURIIII  :-)


Non sto a fare statistiche ufficiali,  credo sia superfluo considerando la grande richiesta che questo blog ha ottenuto e sta ottenendo. 

Posso però affermare  che in questa mia galleria parecchi pittori/pittrici, scultori, poeti e poetesse, fotografi, musicisti  hanno esposto la loro arte :
-  per la  prima volta facendosi conoscere al mondo virtuale
- altri hanno ampliato le loro conoscenze in web e conquistato vari   lettori instaurando anche rapporti di amicizia
- altri ancora hanno avuto il piacere di vedere qualche loro opera gradita ed acquistata
- ed ancora alcuni  hanno visto le loro opere richieste (come immagine) per illustrare volumi, calendari, loghi di siti ed addirittura bottiglie d liquori.
Qualcuno in queste mie affermazioni si riconoscerà. :-)

Cammin facendo ho conosciuto diversi artisti, personalità diverse fra loro,  ma con loro tutti ho instaurato   rapporti corretti e professionali e   di amicizia che si è consolidata  nel tempo, con altri (ma son pochini)  è andata meno bene, ma come spesso succede,  è umano che non sempre si riesca ad instaurare il cosidetto feeling, e non sempre  la correttezza è ad appannaggio di tutti.  
Posso anche affermare, e questo con po' di dispiacere (ma tutto ci sta) che purtroppo sono davvero pochi, anzi pochissimi, coloro che tornano ad ammirare  l'arte dei loro colleghi e lasciare loro un commento, questo a dimostrazione che il mondo dell'arte non è così generoso. 
Ringrazio comunque di cuore coloro che leggo ancora, anche a distanza di anni, artisti e non, e che procurano sempre all'ospite soddisfazione ed incoraggiamento a fare sempre meglio. 
Detto questo non voglio rubare altro spazio di pagina al prossimo "artista" e quindi passo immediatamente alla nuova presentazione.

Un grosso augurio per un splendido e profiquo 2015 

--------


per questo mese di GENNAIO :

Per questo mese di inizio anno Vi riservo un "occhio artistico" non indifferente, dico occhio e non pennello o spatola perchè sto parlando di un fotografo che secondo me, oltre alla bravura tecnica unisce le capacità  artistiche di saper cogliere l'attimo, la sfumatura, la cromia, la luce, per regalare  al Suo scatto quel qualcosa in più che non sempre si riesce a scorgere  nelle varie fotografie che andiamo a visionare in questo vastissimo mondo virtuale.
Spesso infatti ci imbattiamo  in scatti che vengono  spacciati per valide fotografie e sono invece immagini scontate, tagli senza alcun criterio, scatti sporchi  di soggetti che storpiano l'immagine, ritocchi eccessivi  con programmi vari che poi diventano fotografie artefatte e che sparano all'occhio.  
Le fotografie invece di Flavio Bortolussi hanno rapito da subito la mia attenzione, mi hanno colpita dopo  averle  visionate su facebook, tanto che gli avevo chiesto il permesso di poterne prelevare qualcuna da utilizzare per i miei dipinti, cosa che tra l'altro ancora non ho fatto, ma sono sicura che prima o poi qualcosa catturerò.
Ho avuto successivamente  modo di conoscere Flavio   durante la mia personale "Identità cromatica" di Imbersago che ho tenuto nel mese di ottobre 
e parlando appunto di arte, gli ho proposto questa personale che è stata da lui subito gradita.
Ancora  oggi si ritiene  sorpreso dal tanto successo che le sue fotografie stanno ottenendo, in particolare sulla  pagina facebook dedicata al gruppo "Io amo l'Adda" 
Flavio è una fabbrica di scatti sembra che lavori a cottimo, ne spara tantissime ed una più bella dell'altra, lui stesso afferma  che alterna  periodi dove tutto diventa soggetto a periodi dove non necessariamente l'occhio è così attento e fortunato da cogliere soggetti particolari, atmosfere uniche.
Io penso che per lui tutto è attrazione, è comunque  favorito dalla splendida zona in cui abitiamo dove tutto diventa poesia e sogno. 
Non mi addentro in una nota recensiva, ma desidero proporVi alcuni  scatti che presto andrete a vedere, dove potrete ammirare, oltre constatare appunto il suo occhio artistico, la mia..la nostra... bella zona, l' amata Brianza con il suo fiume, i suoi laghi,   i suoi monti e con tutto ciò che la natura l'avvolge. 

ecco a Voi 

FLAVIO BORTOLUSSI 
scrive pochissimo di sè....
ma tra un po' lo vedremo a partecipare a concorsi vari e sono sicura che avrà molti consensi. 

Friulano, si trasferisce con la sua famiglia a Milano all'inizio degli anni '60, diploma di maturità tecnica, vive per un certo periodo a Pioltello e quindi dal 1994 nella sua attuale città di residenza, Trezzo sull'Adda. 
Lavora per la Provincia di Milano, con due grandi passioni la fotografia e la montagna




ALCUNI SCATTI ESEGUITI 
CON UNA SEMPLICE MACCHINA

Canon Power Shot SX50 HS, una "bridge", 

un ponte tra la praticità delle compatte e la qualità delle reflex 

(cosi si dice)



ACQUE 
( fiume, laghi,  ecc ecc con albe e tramonti, luci e ombre)





















CAMPAGNA 
con le sue nebbie e la sua poesia 










RIFLESSI
con cromie e sfumature particolari 














SOGGETTI VARI 














potrete trovare Flavio sulla Sua pagina facebook 




Che ne dite? A me piacciono tantissimo!!!
A Voi ogni commento.Grazie



venerdì 21 novembre 2014

Riccardo Luchena e l'espressività del colore

Prima di passare alla presentazione del nuovo artista del mese di dicembre, desidero condividere un mio pensiero con tutti Voi....  con estrema modestia ma tutto sommato con  grande soddisfazione.

Mi rendo sempre  più conto che questa mia galleria virtuale sta diventando fonte di visione di tanti navigatori e fra l'altro alcuni artisti qui proposti vengono poi interpellati per diversi motivi da coloro che si approcciano alla loro pittura dopo aver visionato queste pagine. 
Inoltre essendo ormai la maggior parte gli artisti dai quali   vengo contattata direttamente  per affidarmi le proprie opere alle visione di tutti Voi, mi fa pensare che  sto lavorando bene e che la mia dedizione all'arte viene ricompensata dai tanti consensi che sto ottenendo.


------

Torno  al motivo di questo nuovo post... e bando..alle considerazione varie  passo subito alla presentazione di un artista che non conoscevo  e solo in questa occasione ho avuto modo di apprezzarne le opere.  
Sono stata contattata  qualche mese fa   per  il rilascio di una recensione sulla Sua arte, ma come dicevo, dopo aver  visionato   le Sue opere,  non ho potuto far a meno di invitarlo a proporre a tutti noi le Sue opere poichè ritengo che siano molto interessanti e che vale assolutamente la pena approfondirle. 

Ho dunque il piacere e l'onore di presentare a tutti Voi:


RICCARDO LUCHENA 
DI SOLETO ( Lecce) 

RICCARDO LUCHENA 
E  L'ESPRESSIVITA' DEL COLORE

Sono solita rapportarmi in punta di piedi con l'arte in genere soprattutto quando si tratta di apprestarmi alla conoscenza di un nuovo artista e di sfogliare su un sito le diverse immagini proposte. Mi assale quel senso di invadenza come se entrassi a disturbare l'intimità di una persona, prima ancora di pensare all'artista,  Sono convinta infatti che dietro ad ogni immagine c'è sempre la persona, il Suo stato d'animo, le Sue emozioni.

Già dalle prima cliccate sulle tante immagini di opere proposte sul sito di Riccardo Luchena, mi sono sentita da subito avvolta, abbagliata  dalla cromia  così splendidamente proposta; pulita, gioiosa, ricca di tonalità su una tavolozza decisamente energica e positiva.   
Poche sfumature, quasi annullate, per dare ampio respiro a macchie impresse sulla tela con    tanta decisione in pennellate grasse e corpose. 
In un'opera uno dei  punti di forza è la decisione di stesura,  che si acquisisce solo con l'esperienza del tanto lavoro da far sì che la  visione d' insieme diventi   pregevole ed  accattivante dal punto di vista estetico.

Superato però il primo impatto di "amore a prima vista" , mi addentro  e  resto poi catturata dalle figure di donna che Luchena mostra come figure  anonime, (oppure una musa in particolare?) dai volti lineari, senza caratteristiche particolari, ma dagli  occhi rigorosamente celesti-azzurri che catturano anche il visitatore più disattento. Non sono  volgari, ma decisamente  complici-sensuali. 
Con totale semplicità nel proporsi  Luchena riesce con pochi tratti a dare alle Sue donne stati d'animo, che vanno da espressioni più o meno sommesse, (modelle)  oppure espressioni accattivanti, sensuali (mediterranea, la rossa) un mix di stati emozionali che le rendono "particolari" e mai statiche. 

E che dire degli interni jazz? Interni anonimi ed  altrettante figure anonime,  che nel  contesto appunto anonimo danno spessore alla musica che sembra fuoriuscire dalla tela...ma non  esce il colore, bensì note musicali su un rigo inventato al momento,  una  netta percezione  coinvolgente di musica che viene trasmessa da un sensuale  sax, un intimo  contrabbasso, note conquistatrici  per donne   raffigurate in alcuni casi disattente ed in altri maliziose.
La musica come elisir per animi in subbuglio o semplicemente per un cuore che sogna. 

Anche  il paesaggio nelle opere di Luchena assume un aspetto  vibrante,  energico ed anche in questo caso troviamo un' espressività (se possibile) della natura, quella natura che  si ribella oppure che si esalta nei colori ancora di più stesi con pennellata larghe e decise, contrasti di colori  puliti e vigorosi dove la campagna diventa  un oceano di colori verde, ocra, giallo ed il cielo e le acque striature corpose di azzurri, autostrade infinite di colore terso.

Espressività dunque a tutto tondo. L'artista  giustamente privilegia il lato emotivo della realtà piuttosto che coglierne l'aspetto oggettivo. Ecco perchè Luchena rientra a pieno titolo nella definizione di artista espressionista  paragonabile  a qualche maestro francese di tale corrente. 
Trovo che il suo esternare "espressioni"  sia  semplicemente il frutto del suo quotidiano, il suo vivere la giornata colta e raccolta  nella trasmissione emotiva delle persone che lui stesso segue nel suo lavoro professionale  e che riesce poi ad esternarlo sulla tela facendone propri solo i lati positivi: Non colgo infatti particolari espressioni di sofferenze o di negatività, se non  "forse" nella serie "cavalli" 
che, in un contesto di colori sgargianti sempre stesi energicamente con contrasti piuttosto marcati , assumono movimenti circensi,    tra realtà ed inconscio.
Ciò che coglie la mia attenzione  sono le espressioni attonite, interrogative che fuoriescono da bocche spalancate, imploranti, Interrogativi, forse senza risposta, rimarcati da piccoli occhi quasi impercettibili.   
Vortici di movimenti più o meno ordinati che pongono  l' interrogativo...dove sta il confine tra l'assenza ed la presenza? Il sogno o la realtà?
Teste interroganti quindi, quasi una denuncia sommessa del nostro vivere,  del ..."dove si va a finire" in questa società, oggi così poco  incline ai sani valori. 

Vortici  che trovo, seppur rappresentati in modo diverso, nella serie "Vele", nella quali il maestro rappresenta, sempre con la Sua ormai conosciuta energia di stesura del colore pulito e quasi accecante, la testimonianza di quanto l'essere umano è sempre in una continua prova del vivere tra l'equilibrio e l'avversità in agguato come a volerci far soccombere, ma sta a noi cavalcare l'onda della decisione, della salvezza...appunto come  le vele, soggetti  che solcano  acque tumultuose e minacciose in un continuo crescendo di incertezze naturali, ma che col  vento a favore trovano la retta via..proprio come si trova l'essere umano nel Suo oceano di vita. 

A noi dunque  il saper cogliere i diversi messaggi che Luchena ci trasmette con la Sua pittura vigorosa ed energica 
Mi piace rapportarmi  ad una visione di spettacolo dove   l'apporto di ognuna delle persone coinvolte è indispensabile al conseguimento dell’obiettivo finale che deve sempre essere la creazione di un prodotto artistico di livello, capace di suscitare e riscuotere consensi, e quindi deve essere un lavoro di gruppo nel quale le competenze devono rendono al meglio sia in coloro che si presentano davanti allo spettatore sia in  coloro che  non appaiono, ed allora penso che nelle opere di Luchena, seppur il colore è il protagonista per eccellenza, da solo non potrebbe  arrivare così "dentro"  se non fosse accompagnato da altri importanti componenti:   dedizione, esperienza, cuore, complicità. manifestazione di pensiero,  ed il saper cogliere quelle attenzioni di vita  che solo un artista capace, sensibile ed attento può trasmettere a così alti livelli che fanno rientrare  Luchena a pieno titolo fra gli artisti dell'arte contemporanea 

Carla Colombo
25 novembre 2014  
Riccardo Luchena nasce a Soleto (Lecce) 
il 28 ottobre del 1958.

Esordisce giovanissimo con opere di composizione libera, ricche di soluzioni fantastiche, benchè sempre saldamente costruite su un impianto classico, per poi approdare ad opere che mostrano forti risonanze cromatiche fauve ed espressioniste a cui è tutt'ora legato.
Dopo gli studi scientifici e la successiva laurea in Medicina e Chirurgia, disciplina che attualmente esercita nel ruolo di psichiatra, si dedica con autentica passione alla pittura.
Fedele al concetto che la pittura si impara direttamente sulle opere dei grandi artisti, frequenta mostre e musei di tutto il mondo.
Nelle botteghe di artisti locali si impadronisce di varie tecniche e comincia ad esporre le sue opere ricevendo notevoli apprezzamenti da parte di pubblico e critica.
Alla fine degli anni novanta fonda l'Associazione Artistico Culturale Clitunno, operante oltre che nel campo pittorico anche in quello musicale.
All'attività pittorica, infatti, affianca da sempre quella di compositore di musica leggera, con una ricca produzione musicale.
Le sue immagini, strettamente legate alla realtà, sono connotate da un cromatismo acceso dove i colori, a tratti esasperati, sono posti sulla tela ora con pennellate agitate e materiche con chiari riferimenti alla pittura di Van Gogh e alla cultura espressionista, ora in modo fluido, suggerendo talvolta una drammatica intensa espressività o talvolta un delicato lirismo.



TUTTE LE OPERE DELL'ARTISTA LUCHENA
SONO ESEGUITE AD OLIO SU TELA

ALCUNE OPERE divise per soggetti :

Figure 


alla finestra cm 50x70


mediterranea  50x70


modella cm 50x70


modella cm 50x70


la rossa cm 40x50


Cavalli 


cavalli cm 50x70


cavalli  cm 80x100


cavalli azzurri  cm 50x70


cavalli azzurri  cm 50x70


cavalli cm 50x70

Paesaggi 


paesaggio abruzzese  cm 50x70


Assisi, la rocca  cm 60x80


paesaggio italiano  cm 50x70


paesaggio toscano cm. 50x70


Parigi, la Senna cm 50x60


tramonto salentino  cm 50x70



Jazz 



interno jazz 60x80 -



interno jazz 60x80 -



interno jazz cm 50x60


interno jazz cm 80x100


 interno jazz cm 60x80


Vele



Vele 3 cm 60x60 



Vele 1 cm. 50x70 



Vele 4 cm 50x60



 Vele 5  cm. 50x60 


Vele 2 cm 50x70 
------
tutta la produzione del maestro la potrete trovare sul sito

http://www.riccardoluchena.it/

nel frattempo  se volete lasciare un Vostro spontaneo commento, sarà molto gradito. 
Grazieee