Traduttore

Se vuoi vedere le mie opere visita il mio sito :

I miei blogs personali :

ENTRA NEL MIO SITO WWW.ARTECARLA.IT
-------------------
Ciao e benvenuti.
Mi chiamo Carla COLOMBO, sono una pittrice e scrivo di poesia, ma, poichè amo tanto l'arte , oltre al mio sito ed ai miei blogs che qui sotto vedete, ho aperto questa Galleria virtuale per dare spazio all'arte di altri artisti. A tutto il marzo 2017 hanno esposto la loro arte su queste pagine virtuali 100 artisti con diverse espressioni artistiche: pittura, scultura, poesia, musica, fotografia ed altro
..e per ora mi fermo qui con un caloroso saluto a tutti quanti. Contattatemi come e quando volete: arla_colombo@libero.it

Buona arte a tutti!

DESIDERI una recensione alla tua arte timbrata e firmata?

DESIDERI una recensione alla tua arte  timbrata e firmata?
Se desideri una recensione personale sulla tua pittura-scultura contattami e ti informerò di tutto. carla_colombo@libero.it oppure cliccando sul link sul lato destro di richiesta informazione

venerdì 31 maggio 2013

Mario Bottega racconta i grandi del passato

Il mese di Giugno lo dedico ad una persona che non conosco personalmente, ma che ho avuto modo di conoscere attraverso le belle parole espresse dal Suo amico di sempre ed anche mio amico-pittore Tiziano Scarpel (vedi la sua personale cliccando sul nome a sinistra dell'elenco..
Vorrei anche io avere amici così premurosi e cari che senza chiedere sanno dare e sanno percepire lo stato d'animo che si vive..... 
Questa sensibilità così sottile di Tiziano  ha fatto sì che mi convincessi (oltre alle belle opere che andrò a postare) di dedicare questo mese - spero colmo di sole -  a MARIO BOTTEGA, UN PITTORE che si diletta a dipingere "falsi d'autore" ma a modo proprio.
------
Ho avuto il piacere e l'onore di poter ammirare due Sue opere dal vero, a seguito della collettiva CONNUBIO D'EMOZIONI che ho tenuto presso il mio atelier nel mese di maggio e devo dire che le opere di Mario sono state tra quelle più ammirate dai visitatori che hanno presenziato alla mostra.
La Sua è una pittura armoniosa, levigata, liscia, un olio "vecchio stile" che conquista sempre perchè raffinato,  curato, armonioso.
Campiture eleganti si adagiano  sulla tela accarezzate da mano sapiente e meticolosa, la cromia densa di armonia e gli accostamenti ben studiati nel gioco di luci e ombre, fanno la pregevolezza delle  Sue opere
Falsi d'autore (a volte riprodotti nei dettagli a volte interpretati) rendono onore a maestri del passato tanto   che  in alcuni casi può diventare difficile cogliere l'originale. 
Mi sono soffermata parecchio sugli sguardi delle figure   che ho potuto ospitare e Vi assicuro che la nitidezza degli occhi penetra nell'animo e ti fa chiedere "ma quanta sensibilità è stata riposta". Lo sguardo ti segue, ti accompagna, ti entra...in un un bellissimo gioco di luci e di inviti a voler soffermarsi, a non staccarsi.
Mario, oltre alla bravura tecnica acquisita nel tempo,  ha il colore dentro. La pittura dunque , è il suo angolo preferito, il suo rifugio, il suo momento di riflessione...è parte di sè  ed è un vero peccato che sia così avaro di esposizioni, un vero peccato non regalare  a tutti la possibilità di vedere le Sue opere attraverso mostre ed eventi.
Penso che quando si ha il dono di saper trasmettere tanta bellezza non la si debba tenere per sè, ma occorre lasciarla andare, farla ammirare da altri occhi e renderla pregevole proprio dai tanti sguardi.
Non so se ci riuscirò, o meglio, se io e Tiziano ci riusciremo  con questa personale e con l'opportunità della collettiva a spronare Mario a rendere onore alle Sue bellissime opere che hanno assolutamente bisogno di essere ammirate.
Per ora, accontentiamoci di vederle qui, su questa personale on-line Sua sicura che saranno di Vostro  gradimento, e se Vi andrà di lasciare un Vostro commento Mario ne sar super-felice e sarà    sicuramente, uno sprono a lavorare ancora ed ancora meglio...se possibile.  
Carla Colombo
giugno 2013 

----

A me non resta che dire..."Tifo per te Mario" e tu lo sai il perchè...ciaooo 


Mario Bottega nasce a Pieve di Soligo  nel 1943. 
Ha da sempre avuto la passione della pittura e la Sua particolare attenzione è dedicata soprattutto ai falsi d'autore.  
Non ama molto esporre le Sue opere, ha partecipato solo a due collettive, ma quest'anno, a marzo,  spronato dall'amico comune Tiziano Scarpel ha organizzato una personale presso l'Hotel Conta di Pieve di Soligo e sempre per mezzo dello stesso ha partecipato alla collettiva Connubio d'emozioni, presso l'aterlier Artecarla ad Imbersago nel mese di maggio presentando due bellissime opere, molto apprezzate dai visitatori della collettiva.

due opere esposte alla collettiva CONNUBIO D'EMOZIONI 
a sinistra 
Luana - olio su tela 50x40
a destra
Ragazza con l'orecchino - olio su tela 50x40

  
Mario attualmente vive e lavora a:
 Sernaglia della Battaglia .
 Località Falzè di Piave 
Via Papa giovani 23°


 RECENSIONE DI TATIANA SANTIN 
Nel suo peregrinare attraverso volti e figure della grande pittura, Mario Bottega ci restituisce un itinerario che ha nel Bello, nell'armonia, il suo filo conduttore, come se per lui dipingere fosse un modo per ritagliarsi uno spazio di ordine e di serenità, una sorta di rifugio, in qualche modo, che però non chiude, bensì espande lo sguardo e l'animo.
Egli studia l'opera del passato, di volta in volta scelta, come altri potrebbero fare con un paesaggio, che la vista percorre nei dettagli e nelle sfumature, cogliendo non solo il dato oggettivo (la gamma cromatica, la disposizione degli elementi, il gioco di luci e ombre), ma anche quel che si potrebbe definire il “carattere” di un dipinto, l'impronta unica che l'artista, a suo tempo, ha saputo infondere. La sua mano traccia con fedeltà la copia, anche se talvolta Bottega apporta alcune modifiche (ad esempio, nel particolare dell’“Amor sacro e Amor profano” di Tiziano o nella “Venere” di Giorgione). Ritroviamo comunque alcuni caratteri distintivi, propri della sua tecnica e, probabilmente, del suo modo d'intendere la pittura: una morbidezza nella pennellata, un colore pastoso e racchiuso in campiture nette e dense. Elementi che ben si legano a quella ricerca di serenità e armonia, di cui si è già fatto cenno per quanto riguarda la preferenza dei soggetti.
Tatiana Santin 

alcune OPERE 
 tutti dipinti ad olio su tela di varie dimensioni 

 Robert Frederick -  impira perle - olio 100x70

Annibale Carraci  - il mangia fagioli - olio 70x60

Dama con l'ermellino - olio - 60x40  

Leonardo -  olio -  60x40


Jan Onorè Fragonard - fanciulla che legge - olio - 90x65


Bartomè Esteban - venditrici di frutta - olio 80x60

La Gioconda - olio - 67x53 

Orazio Gentilleschi - suonatrice di liuto - olio 80x70

Tiziano -  Flora  olio - 80x60

Giacomo Cerruti - la filatrice - olio 80x70    

    Jan Onorè Fragonard -  lo studio - olio 80x60


Pieter paul Rubens - cappello di paglia - olio 80x60

Ragazzi che mangiano frutta - olio 90x70 

Giorgione  - ragazza che dorme-  olio 100x60

Goia  - maya  desnuda -  olio 90x60


Leonardo - ultima cena -  olio 160x80

olio 110x90 

Annibale Carraci - pietà - olio 95x95

Madonna - olio 90x90

Tiziano amor sacro amor profano (particolare) 60x10

Vecchio maniero - olio su tela -  100x90


a VOI...
OGNI COMMENTO E' GRADITO. GRAZIE 



mercoledì 15 maggio 2013

Canto a due - II parte - PAOLA PEREZ DE VERA

Vi avevo accennato  che questo mese di maggio sarebbe stato un mese speciale. 
Ecco dunque che a metà mese Vi propongo la seconda parte della personale on-line, in perfetta armonia e connubio artistico nel tempo,  appunto "un canto a due",  ma soprattutto  affetto immenso tra una figlia ed un padre, quel padre mancato troppo presto all'amore della figlia e che la figlia in ogni rappresentazione di vita e di arte manifesta col suo amore per l'arte, per la natura, per la vita. 
Ho dedicato la prima parte "al padre" ed ecco ora la parte dedicata alla figlia, la nostra Paola, http://mondodipaola.blogspot.it/ 
che con la Sua dolcezza e raffinata eleganza che la contraddistingue, ci regala   le immagini dei  Suoi dipinti e le Sue poesie, in un eterno dialogo  con il Suo caro papà.
Paola con le sue opere pittoriche ci porta in un  mondo musicale, degno di una bella armonia scritta con la parole del cuore,  colmo di colori puliti , sempre addolciti dalla mano delicata e leggera che leviga sulla tela essenza di  caldi ed armoniosi pigmenti.   
Durante questa passaggio "di consegna immagini" ho avuto modo di approfondire meglio l'operato artistico di Paola e sono rimasta basita  dalle tante opere che non conoscevo. Ho apprezzato moltissimo i suoi fiori, precisi, ben delineati, leggeri proprio come madre natura  ce li propone, armoniose nelle composizioni in vaso e che dire delle Sue figure, dove la donna per eccellenza primeggia in dipinti ispirati ad opere di grandi maestri, ma interpretati con uno stile personale.  Anche in questo caso la delicatezza è palpabile, armoniosa, melodiosa. 
Immagini di dipinti eseguiti con tecnica acquisita nel tempo, ma nulla può la tecnica se non è accompagnata dall'amore, dalla passione quella che tutti i grandi pittori ripongono nel loro operato. Penso che Paola abbia da lassù una guida sicura che le  suggerisce e la guida nel  movimento della mano. 
La grazia è trasmessa sulla tela con la delicatezza del momento, del pensiero del giorno. 
Nelle liriche si evince la malinconia  a piene mani, la si coglie da subito come ci si approccia alle prime righe, sembra che tutto sia velato da chissà quale carezza, sussurrato da chissà quale voce...(ma forse lo sappiamo...) I suoi scritti diventano musica su un rigo musicale senza stonature, note romantiche e carezzevoli, tutto perfettamente in simbiosi, come è in simbiosi la vita con i Suoi affetti, la Sua terra, la Sua amata Isola d'Elba...e da lassù un sorriso e presto un   tenero bacio viene adagiato sulla sua guancia, dopo aver terminato....." ... io piango.... e non so perché...." dalla poesia Forse perchè nel cuore.
CANTO A DUE ( parte seconda )
PAOLA PEREZ DE VERA  
Sono nata a Portoferraio, comune dell'Isola d'Elba, il 4 settembre del 1950... 
ho frequentato il Liceo Classico anche se il mio sogno era l'Artistico. La passione per il disegno mi ha accompagnata fin da piccolissima: per farmi stare bene a me bastava un lapis e un foglio bianco...da riempire! Poi, il lavoro, la famiglia, i figli... mi hanno un po' ostacolata e portata verso altre cose.
Da qualche anno ho avuto la possibilità di fare dei corsi di Arte, e finalmente ho iniziato a dipingere a olio: ma non mi dedico esclusivamente alla pittura perchè ho altre passioni a cui non so rinunciare: mi piace scrivere, ricamare, cucire, fare lavori a uncinetto e qualcosa anche con la tecnica patchwork...e poi c'è il decoupage, e la cucina e il giardinaggio...le giornate sono troppo corte per tutto quello che vorrei fare.


Apriamo  la nostra finestra su alcune splendide opere pittoriche 
Ho dovuto scegliere fra le tante immagini per ovvi motivi di correttezza con gli altri artisti ma  Vi assicuro che ho fatto fatica perché tutte meritano un primo piano.

Tutte le opere che vedrete sono eseguite con tecnica ad olio.

una bella immagine di Paola con i Suoi disegni - ritratti


FIORI 



Ortensie bianche 


Cadeau di fiori


composizione floreale 



papaveri 



ruisch

NATURA MORTA 



arance 

FIGURE 


Collage



dalla Cleopatra del Cagnacci



Blu 



omaggio a Klimt  "Giuditta"



MICI 
(posto d'onore a Pallina - la micia di Paola)


Pallina 



faccia da Birba 



Amici 



Cu- cu'



Tenero micio 

PAESAGGI 






SASSI DIPINTI 



ALCUNE POESIE DI PAOLA PEREZ DE VERA 

"FORSE PERCHE' NEL CUORE"

Forse perché nel cuore talvolta
una sorda malinconia s'insinua:
penetra lieve, silente,
ma fa male...

Forse perché lo scorrere del tempo,
allungando il mio passato,
ancora una ruga mi regala
e altra neve getta tra i miei capelli....

Forse perché nella memoria
riaffora il ricordo di tènere manine,
carezzevoli, amorose..
di piccoli grandi cuori
palpitanti di un amore speciale...

Forse perché nel cuore più spesso
c'è un dolore nuovo
o una nuova gioia...

così, improvvisamente, piove sul mio viso:
ed è una pioggia leggera, che sa di sale....
... io piango.... e non so perché....

 ----

"NEL CASSETTO DEL TEMPO"

Dolci fantasmi,
di un tempo che fu:
son vecchie cose nascoste,
riposte,
nell'angolo del cuore più segreto...
segreto,
muto custode di tutto e di niente,
come un cassetto di cui
la chiave s'è persa....
per anni chiuso,
prigioniero dell'oblio...
poi un giorno:
un profumo,
un colore,
un suono improvviso,
una parola...
.... la chiave si ritrova...
e tornano i ricordi:
il passato riaffiora,
tutto scorre
dinanzi ai nostri occhi:
ed è come rileggere un diario,
come vedere un film...
e i fantasmi prendono forma,
si fanno vivi,
ci parlano....
e niente è perduto
e tutto è eterno.

 ---

"DOPO LA PIOGGIA"

E quando,dopo la pioggia,
si alza quel vento liberatore,
che spazza via le pesanti nubi
e l'oppressione dalla nostra mente,
il grigiore, di lacrime cosparso, svanisce....
la tristezza, s'affievolisce nel ricordo....

Quando, dopo la pioggia,
sembra che il cielo si faccia più lontano,
spalancandosi ad orizzonti d'infinito...

è allora che accade!

ed è come se stormi di Angeli
venissero a rapirci l'anima,
facendola volare in spazi immensi di luce,
facendole assaporare la divina dolcezza....
ed è allora, che ti si allarga il cuore.
---

         "VOLI DEL CUORE"

Dolce Fantasia
amica dei miei sogni di bambina
prendimi per mano
aprimi il tuo cuore
Fammi sentire leggera
soffice come nuvola
variopinta farfalla
effimero fiore d'ibisco
Sogno, nient'altro che sogno
per tingere d'azzurro la vita
dimentica della tristezza
evocando gioie passate
cullandomi in felicità future

Sognare
volare con il cuore
abbandonarmi e giocare con le nuvole
librarmi su invisibili ali
sentirmi un niente e un tutto
padrona assoluta dell'Universo intero

---

"DOLCE MALATTIA"

Come pioggia sottile scende
Lacrime di cielo
sui vetri del tempo
Lacrime di sale
sul mio viso
....e sottile penetra l'anima
si insinua nei meandri nascosti
è muschio alle pareti del mio cuore

Come pioggia sottile scende
e mi pervade
mi purifica
m' invade
Dolce la nostalgia
di altri giorni
di altri luoghi
di altre voci
care, lontane
eppur così vicine

E' sofferenza che conforta
E' dolore che aiuta

E' malattia......
da cui non so guarire.

----------


Termina qui lo spazio dedicato a queste due splendide persone alle quali ho cercato di dar loro   "la voce del cuore" instancabile e sempre presente.

SANTINO PEREZ DE VERA E LA FIGLIA PAOLA